sabato 6 ottobre 2012

L'incantevole bellezza degli acquerelli di Lora Zombie


E' da alcuni giorni che voglio scrivere di Lora Zombie tuttavia, per una serie di fortunati quanto accidentali mutamenti che hanno stravolto le mie giornate, mi sono ritrovata a dover rimandare. Ma eccomi qui, a scrivere e raccontare della forza che suscitano i dipinti di una delle artiste russe contemporanee più affascinanti degli ultimi tempi.

Lora Zombie ha scelto gli acquerelli forse per l'immediatezza dell'idea e la velocità del tratto, caratteristiche che contraddistinguono l'utilizzo di questa tecnica artistica. Oppure ha scelto gli acquerelli perché ama i colori brillanti, perché sa di potersi permettere la perfezione o ancora perché non c'è fine alle prove a cui si vuole sottoporre un artista. 

Qualsiasi sia la ragione che ha spinto quest'artista russa a scegliere la tecnica dell'acquerello, non si può far altro che restare incantati davanti alla bravura e alla maestria con le quali Lora Zombie si destreggia, lavorando sulle luce e sulle ombre, sui colori, sulle sfumature. I suoi quadri  riflettono un immaginario surreale, onirico, ai confini della realtà, un immaginario difficilmente interpretabile con le parole.

Si può avere un assaggio di ciò che ho detto guardando con attenzione il video che la riprende alle prese con un'opera per la mostra "Drugs and Unicorns" realizzata nell'ottobre del 2011 presso l'Art Bar al Gladstone Hotel di Toronto, in Canada. In alternativa ho scelto alcuni dei suoi quadri più significativi.




2 commenti:

Ma che meraviglia! Gli acquerelli sono, secondo me, difficilissimi da usare bene - quindi ammiro ancora di più la bravura di questa artista.

Per lo stesso motivo ammiro Lora Zombie. Credo che si debba studiare un sacco ed esercitarsi per molto prima di raggiungere certi livelli con questa tecnica. Quindi chapeau alla Zombie!! :)

Posta un commento