lunedì 17 settembre 2012

La materia dei nostri pensieri


Ho sempre pensato che la logica e la razionalità potessero dare un senso alle cose, ordinarle, incasellarle e, probabilmente, anche categorizzarle. Oggi non ne sono così sicura. Ci sono voluti parecchi anni, cadute, scivoloni, qualche abbaglio, tanti errori ma soprattutto tanti sogni per capire che la materia dei nostri pensieri è impastata con l'immaginazione (e anche con tanto altro tipo le cose che non abbiamo il coraggio di rivelare a nessuno, le tentazioni, i rimproveri a noi stessi, l'imbarazzo e alcune paure). 

E allora ho fatto spazio sulla mia scrivania, ho gettato tutto ciò che non serviva, ho accantonato le cose che avrei usato in un secondo momento e ho raccolto in uno scatolone il vecchio e il vissuto. Largo all'immaginazione. Che c'è di male nel perdersi tra i pensieri, nel vagare con la mente, nel fantasticare su quello che verrà o nel modificare il presente? Niente di male. 

Lavoro di fantasia e per vivere lavoro concretamente insegnando a grandi e piccini. Quando ieri ho visto la fotografia di Robert Doisneau ho ripensato a quando, tra i banchi di scuola, immaginavo chissà quali rocambolesche avventure che poi raccoglievo e annotavo in tanti quadernini (non erano mai sufficienti e mi ritrovavo sempre a metà storia, pagine finite e senza un quaderno nuovo in casa).

Da insegnante amo scrutare la fantasia che si cela dietro alla spontaneità infantile. Spesso si dispiega un mondo culturalmente ricco dove abbonda l'amore per la pittura e la scultura, il bisogno, quasi ossessivo, di disegnare, scrivere e ricordare, la necessità di sapere, di chiedere e imparare cose nuove, di dare un senso alle esperienze.
E questo senso viene raggiunto attraverso l'immaginazione e la fantasia, attraverso il gioco e, se vogliamo, l'illusione.

Crescendo si perde questa magica capacità di guardare la realtà ed è un peccato poiché col tempo si rischia, se non si aggiusta il tiro, di vedere tutto grigio. E se i colori sbiadiscono, viene meno anche la forza dell'immaginazione. 

0 commenti:

Posta un commento