venerdì 27 luglio 2012

Antropomorfismo nelle opere di Cathie Bleck


Quadri d'Autore

Conoscevo le opere di Cathie Bleck anche se le ho sempre considerate qualcosa di lontano dal mio modo di vedere e percepire l'arte forse per l'approccio, tanto suggestivo quanto disarmante, dell'artista nei confronti della mitologia egiziana, l'interesse spasmodico per le popolazioni mesopotamiche, la culla della civiltà. Oltre a questo mi lasciava senza fiato la sua capacità di approfondire e carpire, anche con un solo tocco di pennello, gli aspetti più reconditi dell'animo umano.

Sondare il terreno dell'immaginario collettivo svelandone segreti e nefantezza, forse questo è ciò che più mi attrae dell'arte di Cathie Bleck lasciandomi, tuttavia, un senso si spaesamento nei confronti dell'infinita grandezza cosmica indagata dall'artista

Figlia d'arte, Cathie ammette, durante un'intervista con Gwynned Vitello, quanto sia difficile scindere ciò che è innato dalle influenze e da tutto ciò che le è stato tramandato, esplicitamente o meno, dai suoi genitori. L'ambiente creativo e stimolante nel quale ha vissuto, la varietà e molteplicità di materiali con i quali i genitori le permettevano, fin dalla tenera età, di giocare sperimentando le prime fantasie oltre alla possibilità di creare e ricreare, di progettare, di riciclare materiale ha permesso a lei (e ai suoi fratelli) di concepire la realtà come un mondo paradisiaco nel quale non vi sono restrizioni all'immaginazione. Tutto ciò che la mente pensa può essere creato.

Cathie, nella stessa intervista, racconta anche del profondo senso etico e del rispetto per la natura oltre alla ricerca della bellezza come valori sostenuti a gran forza dalla sua famiglia. "Sensuality is not a human characteristic: it's reflected in nature all around us in the sinuous forms of trees, delicate ferns and sumptuous fruit" asserisce Cathie Bleck parlando con Vitello.
La natura e gli animali diventano il riflesso delle esperienze umane, in particolare gli uccelli sono simbolo della libertà, delle molteplici possibilità che l'uomo ha a disposizione. Sono gli spiriti indomabili e liberi che stanno dentro a ognuno di noi, quella parte del "noi" collettivo che non si ferma, che valica confini, osserva dall'alto, scruta e, talvolta, ostenta.

Il misticismo lirico di cui è pervasa l'arte di Cathie Bleck indaga, con lucidità e razionalità, i più importanti aspetti della civiltà umana in chiave allegorica, utilizzando una simbologia universale che richiama la mitologia, l'antropomorfismo e la trascendenza.

0 commenti:

Posta un commento