venerdì 9 dicembre 2011

Taetrum et Dulce: il Pop Surrealism dalla California all'Italia in mostra a MondoPop Gallery

Taetrum et Dulce è il titolo della mostra collettiva che Mondopop Gallery di Roma ospiterà da domani, 10 dicembre, fino al 21 gennaio 2012. Un appuntamento, curato da David Vecchiato e Dan Barry, che vede riuniti gli artisti di punta del pop surrealism e della lowbrow art come Victor Castillo, Tiffany Liu, Paola Sala, Nicola Alessandrini, Charlie Immer oltre agli stessi Vecchiato e Barry.

La cultura pop americana si unisce, ancora una volta, a quella italiana evidenziando un fil rouge che da oltreoceano si è diffuso anche nel nostro Paese. Più volte infatti, tra le pagine di questo blog, si è parlato della correnti artistiche americane nate intorno agli anni '70 e sviluppatesi nel corso degli ultimi decenni con  forti ripercussioni anche sul panorama culturale internazionale.

Charlie Immer
MondoPop Gallery offre la possibilità di toccare con mano l'evoluzione del pop surrealism e della lowbrow americana in Italia passando dall'arte visionaria e straordinariamente vibrante di Charlie Immer (giovane illustratore americano che ha incantato pubblico e critica grazie ai suoi dipinti caratterizzati da bizzarri personaggi sottomarini e non che mostrano l'interno del loro corpo) a quella più squisitamente sognante di Tiffany Liu (originaria di Taipei - Taiwan che si è formata all'Art Center College of Design, Pasadena in California) dove cultura giapponese e americana si fondono in dipinti surreali e onirici, per arrivare alle opere dell'italiano Nicola Alessandrini, dove la pop art americana si fonda con un mondo immaginifico e figure archetipiche dove trova spazio anche la riflessione sulla forza irrazionale umana.
Tiffany Liu
Come detto poc'anzi, tra gli artisti italiani sarà presente anche uno dei due curatori della mostra, David Vecchiato, il quale, oltre ad essere un artista pop surrealista di fama internazionale (espone anche negli Stati Uniti, nelle gallerie di punta dell'arte lowbrow a Los Angels) collabora periodicamente con La Repubblica XL.

0 commenti:

Posta un commento