venerdì 27 aprile 2018

Vincenzo Pirro. “Filosofia e Politica in Giovanni Gentile”.

Ogni popolo ha innanzi una vittoria che è il suo dovere, e una vittoria che è il suo diritto. Il quale non suole mancare a chi compia il proprio dovere. E quando fallisse, quando tutto fosse perduto tranne l’onore, o prima o poi, la storia ce l’insegna, la giustizia si compirebbe perché un popolo che serbi intatta la coscienza della propria dignità, che non smarrisce la nozione di ciò che esso è, e dev’essere, potrà vedersi ad un tratto oscurare il firmamento sopra di sé; ma a breve andare le stelle torneranno a brillare nel cielo; ed egli nella sua coscienza tranquilla saprà ritrovare la sua via. E i nemici continueranno a inchinarsi alla nazione che anche attraverso la sventura abbia dimostrato la sua natura immortale.

Vincenzo Pirro, “Filosofia e Politica in Giovanni Gentile”


Sala Giani - Palazzo Mazzancolli
Archivio di Stato di Terni 
via Camillo Benso Conte di Cavour, 28
05100 Terni
Giovedì 3 maggio dalle ore 17.00 alle ore 19.00

Conferenza organizzata da Amici della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice – Sede di Terni. Presentazione del libro di Vincenzo Pirro, Filosofia e politica in Giovanni Gentile (Aracne Editrice, 2017).
Coordina la presentazione e l'intera conferenza l'architetto Danilo Pirro.

Saluti:
Elisabetta David, direttrice dell’Archivio di Stato di Terni.

Intervengono:

Hervé Antonio Cavallera
Hervé A. Cavallera è professore di Storia della pedagogia presso l’Università del Salento, dove ha ricoperto varie cariche istituzionali. Direttore di collane editoriali e componente del direttivo di diverse fondazioni e associazioni scientifiche, è il curatore delle Opere complete di Giovanni Gentile e componente del comitato scientifico per l’edizione nazionale delle opere di Ugo Spirito. Tra i suoi più recenti volumi: Etica e politica in Ugo Spirito (2010); Educazione ed estetica in Ugo Spirito (2010); Max Horkheimer e Theodor W. Adorno. Tenebre e dialettica (2012); Spinoza. La saggezza dell’Occidente (2014); Introduzione alla Storia della pedagogia (2016).

Rodolfo Sideri
Rodolfo Sideri è docente di ruolo di Filosofia e Storia nei Licei.
Si è interessato particolarmente della cultura politica della destra italiana tra Otto e Novecento.
Tra le sue pubblicazioni più recenti: La rivoluzione ideale di Alfredo Oriani (Settimo Sigillo, Roma 2011); Adriano Romualdi. L’uomo, l’opera e il suo tempo (Settimo Sigillo, Roma 2012); Platone nella cultura politica della destra italiana nel Novecento, in Platone nel pensiero moderno e contemporaneo, IV (Limina Mentis, Villasanta 2014); L’umanesimo nazionale di Carlo Costamagna, (Settimo Sigillo, Roma 2015); Il platonismo che non muore. Platone e il platonismo nel pensiero di Giovanni Gentile, in Platone nel pensiero moderno e contemporaneo, V (Limina Mentis, Villasanta 2015); L’esigenza di Dio in Ugo Spirito, in Fede e ragione (Limina Mentis, Villasanta 2016).

Roberto Stopponi
Roberto Stopponi, già docente del Liceo “Tacito” di Terni e presidente del Centro Studi Storici di Narni.

Tiziano Sensi
Tiziano Sensi nel luglio del 2012 ottiene la laurea con lode discutendo la tesi dal titolo Solipsismo e società trascendentale in Giovanni Gentile (relatore Prof. Massimo Borghesi). Prosegue gli studi filosofici presso l’Ateneo perugino, iscrivendosi al corso di laurea magistrale in Filosofia ed etica della relazioni. Svolto nel 2013 un periodo di tirocinio presso la Fondazione Ugo Spirito e Renzo de Felice, nel luglio del 2014 consegue la laurea magistrale con lode discutendo la tesi dal titolo Filosofia e politica in Giovanni Gentile. Le interpretazioni di G. Sasso, E. Severino e A. Del Noce (relatore Prof. Massimo Borghesi).
Ad oggi la sua indagine procede nello studio dei plessi problematici dell’attualismo e del rapporto di quest’ultima corrente di pensiero con il panorama filosofico e culturale italiano del XX secolo.


0 commenti:

Posta un commento