venerdì 18 gennaio 2013

Land Art di Andy Goldsworthy


Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata. (Albert Einstein) 

Concettualismo e minimalismo si fondono nelle opere di Andy Goldsworthy. Il paesaggio viene trasfigurato e la natura diventa la protagonista di una storia forte che guarda all'uomo come uno spettatore incredulo davanti alle potenzialità della natura stessa. Land Art, così viene definita l'arte dell'artista e fotografo inglese, gode del valore dell'elemento sacro che riscatta queste opere, le quali, altrimenti, rientrerebbero e si confonderebbero con le tante appartenenti alle site specific

Jeffrey Kastner, critico d'origine americana, ha definito la Land Art come un movimento sociale e politico che mira alla trasformazione della mentalità culturale di un Paese. Kastner ha delineato le origini di questo movimento intorno agli anni sessanta in seguito al movimento femminista e all'interesse per l'ecologia. Andy Goldsworthy sceglie luoghi incontaminati e difficili da raggiungere, utilizza materiali che trova in natura (foglie, sassi, rami) e attraverso la fotografia riesce ad immortalare molte delle sue opere d'arte.










0 commenti:

Posta un commento