martedì 4 settembre 2012

Il Surrealismo del pittore polacco Rafal Olbinski


Rafal Olbinski è un pittore e illustratore polacco, originario di Kielce. Dopo aver frequentato la facoltà di Architettura a Varsavia, si impone sulla scena nazionale attraverso i suoi dipinti. Ma sarà solo negli anni Ottanta, dopo il suo trasferimento oltreoceano, che Rafal Olbinski si fa conoscere attraverso i suoi quadri e anche grazie alla stretta collaborazione con testate del calibro di Time, Newsweek, Playboy, The New York Times, New Yorker e Der Spiegel oltre a numerose rivise tra cui Graphics, Universe dea Artes, Art Magazine.
Il surrealismo di Rafal Obinski presenta delle corrispondenze sia con l'arte surrealista di De Chirico sia con quella di Magritte. Alcune opere invece rimandano al simbolismo di Vladimir Kush. E' una realtà traslata, in cui la materia onirica viene rielaborata e accompagnata al fantastico. E' una realtà che si nutre di strane associazioni e regge su un sistema archetipico sconvolgente nella sua naturale bellezza.

Ma Rafal Olbinski non si è limitato alla pittura, la sua versatilità abbraccia tutti i campi artistici: nel 2002 debutta come scenografo nel Don Giovanni di Mozart messo in scena dall’Opera Company di Philadelphia, suscitando l'ammirazione della critica. 

Oggi Rafal Olbinski è un artista affermato e di fama mondiale, insignito con oltre centocinquanta riconoscimenti tra cui la Medaglia d’Oro e d’Argento dell’Art Directors Club di New York, la Medaglia d’Oro e d’Argento della Society of Illustrators di New York e Los Angeles, e il Big Crit 2000 del Critique Magazine di San Francisco. Mentre nel 1994 riceve l’International Oscar per il World’s Most Memorable Poster e il Premio Savignac a Parigi, nel contempo il presidente della Repubblica polacco lo insignisce della Medaglia d’Oro “Gloria Artist”, il più alto riconoscimento nel campo delle arti.




0 commenti:

Posta un commento