lunedì 27 agosto 2012

Karl Kwasny aka Monoaux: illustrazioni favolistiche


"I decided that if I didn’t give it (illustration) a proper go, I would end up not doing what I actually wanted to be doing in life; I felt like that would be a mistake". Karl Kwasny, artista australiano, non aveva le idee chiare sul suo futuro, almeno all'inizio, ma quando capì che sul suo cammino non c'era posto che per l'illustrazione decise che avrebbe dedicato tutte le sue energie e il suo tempo in quest'arte.




"I started looking for freelance work in the last year of my degree. I sent out emails to art directors to establish contact. I wasn’t that great back then; the fact that I didn’t continue drawing through my teenage years made me feel as though my skills were far behind the pack. I still feel that way". 

Eppure, nonostante quest'affermazione, le illustrazioni di Karl Kwasny denotato una maturità artistica e una dimestichezza nella materia impressionanti. Le opere sono frammenti di storie originali e mai sentite, storie visive, che non hanno bisogno di parole o didascalie. I protagonisti parlano attraverso i loro occhi, lo stupore dei volti oppure la malinconia scaturita da certe situazioni. Spesso sono ragazzi solitari ma anche pin-up in cerca di attenzione che mostrano all'osservatore la loro conturbante bellezza.

Lascio parlare le sue illustrazioni, le uniche in grado di spiegare veramente l'arte di Karl Kwasny











0 commenti:

Posta un commento