martedì 24 luglio 2012

Una valigia di libri

Editoria e Libri

Sto preparando la valigia, per la seconda volta, e il dilemma "quale libro portare" non mi abbandona anche perché il 24 agosto, data in cui farò ritorno a Roma, è lontano. Su twitter in questi giorni ho letto di case editrici che proponevano gli esordienti rispetto ai classici o ai grandi autori, alcuni lettori invece suggerivano i libri divertenti, oppure i fumetti, riviste di viaggio, guide turistiche per non parlare delle decine e decine di ebook nel proprio Kindle. Per adesso questo è ciò che mi porterò in vacanza:






Ho grandi aspettative nei confronti dei Racconti di H.P. Lovecraft e ho la certezza assoluta che non verranno tradite, anzi l'ammirazione che già nutro per il maestro del gotico aumenterà ancor di più. Sicuramente leggerò questi racconti in certe serate contemplative e silenziose mentre sarò in montagna.














Tondelli me lo porto nel cuore, per svariate ragioni personali che vanno dal premio, nel lontano 2006,  in onore del grande scrittore di Correggio al legame viscerale che mi lega all'Emilia, terra in cui ho vissuto per ben cinque anni, quelli universitari, ruggenti e graffianti -anche se non paragonabili agli anni settanta ma, per me, anni ugualmente rivoluzionari- e che mi hanno, successivamente, portato a vivere nella calda e solare Romagna in un furgone, in riva al mare. 









Verso Diario di una battutista di Lia Celi ho molta curiosità non solo perchè voglio assaggiare qualcosa in più della scrittura di questa autrice (la trovate sul Fatto Quotidiano, sul mensile Insieme e in giro per i social network) ma anche perché l'ebook fa parte di un esperimento letterario digitale inaugurato dalla casa editrice 40k che ho ammirato.












La mia grande passione -pop art, pop surrealism, street art e graffiti- me la voglio portare anche in vacanza e ho scelto questa monografia della Taschen che è la più completa, almeno per i contenuti che sto cercando. 


  

0 commenti:

Posta un commento