mercoledì 2 maggio 2012

Corsi e Rincorsi intervista: Miss Mirma


Martina Corradi, meglio conosciuta come Miss Mirma, si è diplomata in Grafica Pubblicitaria presso l’istituto d’arte A. Venturi di Modena.
Ha conseguito la laurea in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Successivamente ha lavorato come visual designer/stilista presso l’ufficio stile di Alessandra Gandolfi per brand quali Guru, Ferrari e Lapin House. Tuttora lavora come visual designer per Gaudì Jeans and Style a Carpi (Modena).

Ho avuto il piacere di intervistare Miss Mirma e di addentrami meglio nella sua arte e nel suo lavoro.

1) Osservando le tue opere la mente va a paesaggi del Nord Europa, ai boschi incantati della Norvegia o a certi paesi sperduti della Svezia. A cosa ti ispiri e cosa vuoi comunicare attraverso le tue opere?

La mia arte è chiaramente ispirata ad un mondo fiabesco e onirico, pieno di rimandi a mondi nordici e paesi lontani. Il soggetto principe di tutti i miei quadri è la figura femminile... Figura sempre contornata da un alone macabro e talvolta magico. Amo tutto cio' che è boschivo e ignoto e cerco di cristallizzarlo. Amo anche gli animali e credo che ci sia sempre un legame tra l'essere umano e le creature bestiali come se l'istinto umano sia facilmente paragonanabile ad uno specifico animale che ci caratterizza.

2) Quali artisti o correnti artistiche ammiri, quali suscitano la tua fantasia e curiosità e chi di loro cerchi di perseguire nel tuo lavoro?

Le mie ispirazioni derivano dai libri di illustrazione per bambini  vintage, dalla corrente artistica dei Preraffaeliti e Simbolisti, con un particolare cenno ai simbolisti di Latvia e ai pittori fiamminghi. Ultimamente ho prestato a mia attenzione ad un'artista eccezionale: Laurie Lipton.

3) Quali tecniche utilizzi?

Il mio lavoro è caratterizzato dall' utilizzo della tecnica ad olio, tecnica mista acquerello, pastelli e rielaborazione digitale con photoshop.

4) Come ti definisci e come svolgi il tuo lavoro?

Io mi definisco semplicemente una creativa e anche molto volubile passo periodi  senza toccare il pennello
e mi applico di piu' all' illustrazione.


5)Tre cosa a cui non potresti assolutamente rinunciare.

Non potrei rinunciare a viaggiare, a dipingere, e ad ascoltare musica da cui sono una totale dipendente.

0 commenti:

Posta un commento