giovedì 23 febbraio 2012

Appuntamento con l'arte: MondoPop si trasforma in un Atelier Popsurréaliste

Lostfish
Baudelaire narrava in versi il meraviglioso, l'onirico, quella forza illogica e irrazionale necessaria per superare il trauma causato dagli avvenimenti di fine Ottocento. Qualche decennio dopo André Breton ricorderà il meraviglioso baudelaireano riconoscendo, tuttavia, che "solo il meraviglioso è bello". E' da qui che dobbiamo partire per capire quale magnifico prodigio si compirà a MondoPop, la galleria romana di via dei Greci, teatro del pop surrealism e della lowbrow art.

Sarà proprio il pop surrealism ad assurgere a ruolo di protagonista trasformando, come hanno voluto gli stessi curatori della mostra, David Vecchiato e Serena Melandri, la Galleria di via dei Greci in un Atelier Popsurréaliste in cui la pittura e l'arte immaginifica francese rappresenteranno il fil rouge che unirà i dodici artisti chiamati ad esporre le loro opere.

Ciou
Ciou, Lostfish (per citare i miei preferiti) ma anche David "craiion" Monteiro, Bunka, Zelda Bomba, Malojo sono solo alcuni dei nomi che esporranno alla Galleria MondoPop. Dalla lowbrow al pop surrealismo, dal design di stampo americano all'urban art... ce n'è per tutti i gusti! Grazie ad un linguaggio iconico che trae spunto dal fumetto, dai manga, dalla street art e da tutto ciò che di artistico c'è in circolazione, le opere rappresenteranno un percorso visivo che condurrà per mano l'osservatore accompagnandolo nel meandri del pop surrealism francese. 

Immagini provocatorie, bizzarre, talvolta violente faranno da scenografia alla Street Room di via dei Greci. MondoPop Gallery inaugurerà l'Atelier Popsurréaliste il 17 marzo alle ore 19. L'atelier sarà aperto al pubblico fino al 28 aprile. 

0 commenti:

Posta un commento