mercoledì 25 gennaio 2012

Yosuke Ueno: Pop Surrealismo bizzarro e inquietante

Meravigliosi dipinti surreali, disegni e sculture i cui personaggi, bizzarri e inquietanti, sono immersi in un'atmosfera  favolistica e fantastica. Ragazze dai capelli arcobaleno accompagnate da teschi, farfalle, elefanti, uccelli e personaggi manga. Questa è l'arte di Yosuke Ueno, artista giapponese, giovane pittore che esprime la sua spiccata sensibilità artistica e il suo stile ineguagliabile attraverso opere immaginifiche che ben si inseriscono nel panorama pop surrealista.


Yosuke Ueno ha esordito quattordici anni fa, quando espose per la prima volta a Tokyo. Da quel momento non si è più fermato e il suo nome è sempre comparso in mostre personali e collettive accanto ai nomi più quotati del pop surrealismo internazionale.  Tokyo, New York, Los Angeles, San Francisco, Seattle e Roma (a Mondo Bizzarro Gallery quattro anni fa). Si può dire che il suo nome ha raggiunto tutte le parti del mondo e i suoi quadri hanno attirato l'attenzione di critica e pubblico. 

"La cosa più importante quando dipingo è stare molto attenti. Mentre dipingo sfido tutto ciò che non poteva gestire con la mia mente. Un avventuriero fa la sua strada senza conoscere pienamente quello che lo attende. Un chimico non può conoscere senza l'esperimento. Quando sto lavorando, arrivo al punto in cui non posso nemmeno immaginare il risultato e poi improvvisamente vedo la fine, la conclusione". Parole, quelle di Yusuke Ueno che fanno capire il marasma di sentimenti e il coinvolgimento emotivo che si celano dietro alle sue opere.

"A volte mi dico che gli artisti sono come scienziati. Gli scienziati non hanno modo di conoscere il risultato di un esperimento in anticipo. Lo stesso si può dire sul processo artistico". Yosuke Ueno sembrerebbe ammettere il ruolo della fantasia e dell'immaginazione nella sua arte. Immaginazione che porta ad una realtà altra, verso un mondo altro in cui le regole vengono dettate dalle protagoniste stesse dei suoi quadri.

Rosso, verde, giallo, blu sono i colori che appaiono spesso nelle sue opere. Proprio questi colori rappresentano i quattro elementi del DNA. Ecco quindi che l'arte di Ueno diventa vita stessa e strumento di comunicazione con il pubblico che ammira i suoi quadri. Egli infatti dichiara di non essere: "interessato alla violenza" e di non voler rappresentare: "cose negative come l'insoddisfazione". La sua arte vuole far sognare, infondere serenità, oltre a dare continui stimoli e spunti creativi.

0 commenti:

Posta un commento