giovedì 1 dicembre 2011

Cotton Party: il pop surrealismo di Yoko D’Holbachie in mostra dal 3 dicembre a Mondo Bizzarro Gallery

 La prima volta che ho visto i suoi quadri sembrava di stare in un sogno: colori vivaci, soggetti strani, a metà tra pesci e insetti, tentacoli, sguardi ipnotici. Sto parlando dei lavori di Yoko D’Holbachie, artista giapponese nata a Yokohama, che ora vive e lavora a Tokyo. Yoko D’Holbachie ha raggiunto presto la notorietà tanto da esporre in famose gallerie pop surrealiste italiane e d'oltreoceano. Dal 3 dicembre, infatti, Mondo Bizzarro Gallery, a Roma, ospiterà le opere di questa artista fino al 10 gennaio 2012 in una mostra dal titolo Cotton Party.

I soggetti dei quadri di Yoko D’Holbachie sembrano provenire da un sogno. Difficili da identificare, questi strani personaggi riflettono la fantasia dell'artista, la sua vena pittorica, un flusso di coscienza che affonda le radici nell'infanzia di D’Holbachie caratterizzati da una creatività esplosiva e da una madre che la stimolò, fin dalla tenera età, a dipingere utilizzando colori vivaci.

La stessa  Yoko D’Holbachie, come ha dichiarato in un intervista apparsa sul sito Slowart.it, non saprebbe definire i personaggi dei suoi quadri, né dare loro un significato. D’Holbachie riesce ad esternare le immagini che popolano la sua mente ormai da anni, attraverso un processo doloroso e felice al tempo stesso, apportando quindi una forma e un'identità a queste figure che, nella mente dell'artista, apparivano sfocate. Come Yoko D’Holbachie ha asserito, le immagini non si esauriscono mai e questo l'aiuta a lavorare come fosse un'artista.  

Yoko D’Holbachie utilizza colori ad olio e acrilici brillanti per realizzare i suoi soggetti che richiamano il pop surrealism e i mangaka di Junko Mizuno, l'arte Kawaii e lo stile più spiccatamente pop surrealista di Mark Ryden. Tutto questo e molto ancora si potrà ammirare a Mondo Bizzarro Gallery a partire dal 3 dicembre. L'arte pop surrealista e psichedelica, onirica e immaginifica di Yoko D’Holbachie attrae e fa sognare, conducendo l'osservatore in un mondo meraviglioso dove le regole vengono sovvertite.

0 commenti:

Posta un commento