sabato 5 novembre 2011

Surreale o Reale? Sogni, nostalgia e sperimentalismo nell'arte di Steve Smith

Steve Smith dipinge quadri di una particolarità ricercata. E' difficile descriverli, così come classificarli in quanto la sua arte è giovane proprio come l'artista stesso (classe 1975) e basata sullo sperimentalismo. Dai colori, ai soggetti, dalle atmosfere ai significati che si celano nei suoi dipinti, Steve Smith crea e ricrea, manipola, modella, gestisce un'arte che, lui stesso, non sa se definire "surreale o reale".

Guardando i quadri quello che balza agli occhi è il contrasto tra luce e ombra, i giochi di colore, i riflessi, le linee nette che mettono in evidenza corpi di giovani ragazze rubati ad un'estate che non potrà più tornare. E in questo sta la nostalgia che scaturisce dai quadri di Steve Smith, compensata tuttavia dalla freschezza delle immagini, dei volti e dei corpi delle ragazze rappresentate.

Questi quadri rievocano dolci sogni, ricordi di un passato al limite tra divertimento e trasgressione, sensualità esibita e voglia di lasciarsi andare. Desiderio e mancanza. Perché anche nel piacere manca sempre una piccola cosa. 






0 commenti:

Posta un commento